Pesca - Il Molino di Serravalle Case Vacanza Camaldoli Bibbiena Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pesca

Attività

Pesca alla casentinese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


La pesca alla casentinese prende il nome dalla zona dove si pratica e precisamente nella vallata che scende dal Pratomagno, nella provincia di Arezzo, da dove hanno origine numerosi torrenti dalla portata d'acqua ridotta.

Come si prepara la canna da pesca  

Si tratta di una pesca al tocco (quindi senza galleggiante), che viene effettuata con canne telescopiche fisse di lunghezza dai 5 agli 8 metri ; alla cima viene montato uno spezzone di filo, esattamente, un metro da 50/centesimi di mm, che viene letteralmente stropicciato per fargli prendere la forma di una molla, in modo che le spire, allungandosi, evitino alla trota di percepire la resistenza opposta dalla canna; a questo viene giuntato un altro spezzone di lenza di circa 40 centimetri da 20/centesimi di mm con due piombini (da 0,30 gr) ad un palmo dall'amo, di solito un numero 6 bronzato e storto innescato con il lombrico; per controllare meglio l'azione della lenza, soprattutto nelle buche più lontane, si monta a circa metà del filo di nylon, un segnale bianco costituito con un pezzetto di lana. la vera tecnica consiste nel mettere alla cima un piccolo elastico.servira'a fermare la lenza che avremo arrotolato per avere anche pochi decimetri di filo e pescare in posti coperti da rami,frasche e ostacoli di vario genere dove sono le trote fario più grosse e sospettose.le migliori catture si fanno con canne telescopiche semirigide da torrente lunghe 10 metri.con canne da 5 metri sei troppo vicino all'acqua cristallina.la trota ti vede subito e la vedrai nascondersi senza toccare esca.se poi hai il sole alle spalle il cestino restra' vuoto.sono nato nel comune di Castel Focognano- casentino-Arezzo.

Tecnica
 
La tecnica consiste nel risalire i corsi d'acqua alla ricerca delle trote, il più nascosti possibile, per evitare di esser visti facilmente a causa della limpidezza che caratterizza questi torrenti appenninici.

PESCA
Le case vacanza "Il Molino di Serravalle" sono lambite dal torrente Serravalle.
In tale tratto è possibile,  muniti della necessaria autorizzazione
e nei periodi permessi, effettuare la pesca alla Trota  fario.


Mentre per gli appassionati della pesca al lago
segnaliamo a 15 minuti due stupendi posti a Bibbiena e a Stia:

Pesca Sportiva nel Lago di Tripoli
Bibbiena

Lago di Tripoli – il Parco del Pescatore, si trova a  poca distanza dal centro abitato di  Bibbiena,
lungo la strada che conduce al Santuario de La  Verna.
Il  lago  particolarmente ricco di fauna ittica (trote, storioni, carpe, tinche, anguille, persico reale, spigole etc).
è  incastonato  in una pineta,  servito da un punto di ristoro  e  luogo ideale per  picnic e relax.
In estate  vi si effettua anche la pesca in notturna e vi può essere praticata la pesca No Kill .
E’ possibile accedervi tramite permessi giornalieri. Vi si organizzano corsi per pesca alla trota.
E’ dotato di  un laghetto per i più piccoli.
Apertura tutti i giorni e nelle festività, chiuso il lunedì.
Per mezza giornata di pesca è consentito un  prelievo massimo di  20 trote.
(La domenica non vi è limite di catture per i salmonidi)
Non è consentito il prelievo   del  pesce bianco: storioni, carpe, tinche, anguille, persico reale
Per la Pesca “No Kill” sono  previsti premi speciali (prosciutti, salami e formaggi) per le catture più numerose e grosse.   
Informazioni:  Per il permesso giornaliero a pagamento recarsi in loco o telefonare allo 0575  595184

Il Lago è coperto da sistema assicurativo.


La Pesca alla Troticoltura Puccini
Stia

La Troticoltura Puccini è situata in località Papiano lungo la S.P. n. 310 del Bidente a due chilometri da Stia. Nell’impianto alimentato dalle limpide acque del torrente Staggia che scende dai pendii incontaminati del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, si possono  acquistare o pescare  bellissime trote fario ed iridee (pagamento a quantità pescata).
Naturalmente non necessita il possesso della patente di pesca e l’ingresso è gratuito! Informazioni:  0575 583639



-  





Pesca alla trota nei torrenti del Casentino

Un viaggio tra i torrenti e i fossi del Casentino, dove e' facile imbattersi in esperti pescatori di trota fario,
regina incontrastata di queste acque.

IN PROGRAMMAZIONE


Links



Pesca No Kill nel Torrente Corsalone
Corsalone



In un tratto del Torrente Corsalone, a poca distanza dal centro abitato di Bibbiena,
lungo la strada che conduce al Santuario de La Verna
(dopo il ponte, percorrendo un tratto di 800 metri di strada bianca in direzione Molino di Gabrino)  
è possibile effettuare questo tipo di pesca previo possesso della licenza.
Presso il Molino è collocato il punto di raccolta dove al termine  della giornata vengono imbucati
i  permessi con  il numero di catture effettuato durante la battuta.
I permessi ( a pagamento ) e previa prenotazione, possono essere ritirati presso
il Bar Laura di Bibbiena 0575 536041

Pesca alla Trota sul Torrente Solano
Castel San Niccolò


In località Castel San Niccolo’, sul Torrente Solano è attivo un campo di gara nazionale permanente.
Si può pescare liberamente nel epriodo consentito dalle Leggi regionali, purchè dotati di regolare licenza,
con qualsiasi tipo di canna (canne da trota torrente, da mosca, spinning ) e con le esche consentite dalla normativa.
Non si pesca il Lunedì e il Giovedì e non è necessario alcun tipo di permesso.






 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu